Home > Gare > Romanian Master of Mathematics 2019

Romanian Master of Mathematics 2019

Bucarest ha accolto anche quest’anno una squadra italiana per i Romanian Master of Mathematics (RMM), arrivati alla loro undicesima edizione. È una delle gare di matematica più prestigiose (e difficili) al mondo, cui si partecipa per invito. La competizione stessa è strutturata come le Olimpiadi Internazionali di Matematica (IMO), con tre problemi al giorno per due giorni e 42 punti totali in palio. Anche l’assegnazione dei premi è analoga a quella delle altre gare: vengono assegnate medaglie alla prima metà della classifica in rapporto 1:2:3 per oro, argento e bronzo rispettivamente. Tutti coloro che risolvono in maniera corretta almeno un problema, ottenendo i 7 punti corrispondenti, ricevono in ogni caso una menzione d’onore.

La squadra italiana prima della gara. Da sinistra Francesco Ballini, Ludovico Pernazza, Saro Passaro, Bernardo Tarini, Eduardo Venturini e Matteo Palmieri

La squadra italiana è stata scelta nel corso dei primi due stage di preparazione internazionale dell’anno: lo Stage Senior di settembre e il Winter Camp, che si è svolto a fine gennaio. I quattro ragazzi che, subito dopo la Gara di Febbraio, sono decollati verso Bucarest sono Matteo Palmieri (ITA1), Saro Passaro (ITA2), Bernardo Tarini (ITA3) ed Eduardo Venturini (ITA4). Ad accompagnarli Ludovico Pernazza e Francesco Ballini.

Dopo due giorni di problemi, i risultati del quartetto sono stati molto buoni: due medaglie d’argento per Matteo Palmieri e Saro Passaro e due di bronzo per Bernardo Tarini ed Eduardo Venturini. Sono anche riusciti a classificarsi in ordine rigorosamente alfabetico e quindi numerico (problema bonus di riscaldamento: qual era la probabilità che ciò accadesse?). I punti conquistati complessivamente (92) hanno permesso all’Italia di classificarsi all’undicesimo posto, un solo punto dietro Ucraina e Polonia, ma davanti a nazionali blasonate come Ungheria, Romania e Regno Unito. Sul podio a squadre Stati Uniti primi classificati, Corea del Sud e Serbia seconde a pari merito e Israele. Nessun concorrente ha fatto punteggio pieno, chi ci è andato più vicino è stato il vincitore dei Romanian Master of Mathematics, Hadassi Lior (ISR2), che ha perso un solo punto, nel problema 5.

La squadra italiana con le medaglie. A sinistra Francesco Ballini, a destra Ludovico Pernazza. In mezzo in rigoroso ordine alfabetico e di punteggio da sinistra a destra: Matteo Palmieri, Saro Passaro, Bernardo Tarini, Eduardo Venturini.

Il prossimo appuntamento internazionale per l’Italia della matematica sarà ad Aprile, quando quattro ragazze parteciperanno all’European Girls’ Mathematical Olympiad (EGMO), quest’anno a Kiev, dopo l’edizione italiana a Firenze dello scorso anno.

Controlla anche

Un intenso weekend di gare

Con una premiazione “in remoto” si è chiusa la trentacinqesima edizione della Gara Nazionale delle …